DAZN News

Ferrari, Mattia Binotto si è dimesso da team principal

2 min. di lettura
Mattia Binotto si è dimesso dalla Ferrari Getty

Mattia Binotto non è più il team principal della Ferrari nel campionato di Formula 1. La scuderia di Maranello ha ufficializzato con un comunicato le dimissioni della figura al centro delle critiche dopo l'ultima stagione sportiva, confermando le indiscrezioni delle ultime settimane.

Il comunicato della Ferrari sulle dimissioni di Binotto

"La Ferrari annuncia di aver accettato le dimissioni di Mattia Binotto che il 31 dicembre lascerà il suo ruolo di team principal della Scuderia. Inizia ora il processo per identificare il suo sostituto, che dovrebbe concludersi nel nuovo anno".

Carlos Sainz, Ferrari

Un rapporto durato 28 anni e ormai logoro

La collaborazione tra Mattia Binotto e la Ferrari si conclude dopo 28 anni, con una carriera fino a questo momento legata esclusivamente al Cavallino. Nel 2019 lo stesso Binotto, ingegnere motorista, ha preso il posto di Maurizio Arrivabene come team principal della scuderia in Formula 1, ma le stagioni complicate dal punto di vista delle performances prima e delle strategie poi hanno logorato il rapporto.

Nel Campionato del Mondo 2022 sono stati molti gli errori di strategia della Ferrari che hanno complicato la stagione del pilota di punta Charles Leclerc, mettendo in crisi il rapporto di fiducia del pilota monegasco con il suo team.

Charles Leclerc pilota Ferrari 2022

Chi al posto di Binotto in Ferrari?

Nell'indiscrezione sulle dimissioni di Binotto dalla Ferrari di qualche settimana prima, poi rivelatesi esatte, era indicato anche il futuro del Cavallino dal punto di vista sportivo in Formula 1. 

La carica di Team Principal dovrebbe passare nelle mani di Frederic Vasseur che lascerà Sauber, figura molto vicina proprio a Leclerc.

Le parole di Binotto dopo le dimissioni da Ferrari

"Ho deciso di concludere la mia collaborazione con Ferrari. Lascio un'azienda che amo con la serenità di aver fatto ogni sforzo possibile per conseguire i risultati. Lascio una squadra unita e in crescita - si legge nel comunicato -, ma soprattutto forte e pronta per ottenere i massimi traguardi. La decisione è stata difficile, ma penso sia la cosa giusta da fare".

Ultime notizie