Error code: %{errorCode}

Serie A TIM

Calabria dal ritiro del Milan parla degli obiettivi rossoneri per la Serie A TIM 2022/23 e della sua storia

DAZN
Calabria dal ritiro del Milan parla degli obiettivi rossoneri per la Serie A TIM 2022/23 e della sua storiaDAZN

In INSIDE Milan, il format DAZN che va dentro i ritiri delle squadre di Serie A TIM, Diletta Leotta ha incontrato Davide Calabria.

Il calciatore rossonero è da poco diventato il nuovo capitano del Milan ed è pronto per l'inizio della nuova stagione.

Il difensore del Milan Davide Calabria esulta dopo un golGetty

Le dichiarazioni di Calabria sul Milan

"Io avevo 10 anni quando sono arrivato al Milan, non a Milanello ma al Vismara, settore giovanile. Sono un veterano ormai. E pensare che quando ero piccolo non ero così sicuro di fare questa vita, di allontanarmi da casa, dalla famiglia". Inizia così la chiacchierata di Diletta con Calabria.

Grazie mamma

"Mia mamma mi ha convinto a continuare, mi ha detto: 'È la tua squadra del cuore e vorresti che fosse il tuo lavoro quindi continua!' Infatti ha continuato a portarmi qui e ha fatto più sacrifici lei di me, la ringrazierò sempre, io è quello che volevo fare, lei no, lavorava di notte per darmi una mano e accompagnarmi a Milanello quindi la ringrazierò per sempre, i momenti più belli della mia vita sono stati quei momenti lì".

Il capitano del Milan, un sogno

"Noi mangiamo nella sala camino, con tantissime foto dei momenti che hanno fatto la storia di Milanello. E’ un’emozione grandissima. Per me essere il nuovo capitano è il raggiungimento di un sogno, io sono al Milan da 15 anni, 10 solo a Milanello".

Lo scudetto rossonero

"È stato molto emozionante vincere lo scudetto, perché all’inizio ci prendevano per pazzi quando parlavamo di questo obiettivo, ci abbiamo sempre creduto e si sentiva nell’aria questa voglia di vincere il campionato, eravamo sicuri anche se è stato un percorso lungo e difficile".

Il pensiero per Ibrahimovic

"Zlatan ci ha aiutato tanto in spogliatoio, mi auguro che torni presto dal suo infortunio perché ci ha spinto a rendere quello che stiamo rendendo oggi in campo".