DAZN News

Lazio-Atalanta, non si fa male nessuno (forse)

4 min. di lettura
Lazio-Atalanta Getty

Non era affatto semplice per l'Atalanta uscire indenne dalla doppia sfida contro Inter e Lazio. Eppure la squadra di Gasperini, nonostante gli infortuni, è riuscita a pareggiare entrambe le partite senza segnare ma, soprattutto, senza subire reti.

Un aspetto fondamentale per una squadra che comunque fino ad oggi aveva concesso tanto dal punto di vista difensivo. 

Un'occasione sprecata

Per la Lazio , però, quella dell'Olimpico può rappresentare un'occasione sprecata. Per i problemi che aveva l'Atalanta, per la necessità che c'era di dover vincere questa partita e anche per com'è andata la gara. E la squadra di Sarri si porterà dietro anche qualche rimpianto, in particolare il palo di Zaccagni che poteva decidere la gara in suo favore.

D'accordo anche Milinkovic Savic che ha così commentato la gara: " Un'occasione persa sicuramente. Dovevamo vincere a tutti i costi, considerando la situazione difficile che sta vivendo l'Atalanta. L'unica cosa positiva della gara di stasera è stato non aver subito gol.

Dobbiamo credere nell'obiettivo Champions. Abbiamo perso punti importanti ma adesso c'è la pausa e possiamo rifiatare per preparare meglio il prosieguo del campionato", ha detto il centrocampista serbo. 

Anche per Hysaj la Lazio poteva e dovevare vincere questa sera: "Sapevamo che potevamo vincere ma contro l'Atalanta non è mai facile comunque, nonostante le loro assenze. C'è mancata un po' di brillantezza, considerando anche la Coppa Italia, ma sicuramente potevamo fare qualcosina in più. Sarri? È sempre il solito, prova sempre a insegnare calcio". 

Milinkovic Savic, Lazio, Europa League 2021-2022, DAZN

Il commento di Sarri

Maurizio Sarri , comunque, è riuscito a trovare il lato buono nel pari contro i bergamaschi: "L'aspetto positivo è che la squadra sta cominciando a stare in campo molto bene da qualche settimana sia dal punto di vista difensivo che offensivo. Dobbiamo considerare ovviamente che venivamo da un periodo in cui abbiamo giocato 120' in Coppa Italia e ne abbiamo pagato di brillantezza questa sera. Sono contento dell'aspetto tattico. 

Per caratteristiche sono pochi i giocatori che vanno in area. La squadra sta facendo belle partite, serie. Riesce ad avere una supremazia territoriale marcata e se continuiamo così riusciremo a far bene. 

Atalanta senza otto giocatori? Anche a noi mancavano alcuni calciatori, le assenze ce l'avevamo anche noi. La Coppa Italia ci ha condizionato negli ultimi metri, non tanto per la resistenza e la corsa. Senza Pedro purtroppo non abbiamo tante alternative in quel ruolo e abbiamo spremuto i giocatori in una settimana. 

Felipe Anderson ha un carattere molto particolare. Dovrebbe avere più faccia tosta e fregarsene di quello che dicono su di lui. Se l'avessi sostituito quando l'hanno fischiato si sarebbe abbattuto ancora di più", ha detto l'allenatore della Lazio. 

Maurizio Sarri

Un punto pesante

Come dicevamo, un punto molto pesante per l'Atalanta e ne è consapevole anche  Demiral : "Oggi abbiamo giocato molto bene ed era importante far bene e dare sempre il cento per cento, così come abbiamo fatto. È quello che il mister ci chiede sempre. È una grande opportunità lavorare con Gasperini, giocare uomo a uomo mi piace tanto, questa tattica per me è perfetta. 

Mancavano giocatori importanti stasera ma non è cambiato nulla grazie a quelli che hanno giocato al posto degli assenti. Questo è il nostro spirito". 

Della stessa opinione anche Gian Piero Gasperini che ha dovuto adattare un giovane del 2003 come Scalvini a centrocampo a causa delle assenze di De Roon, Koopmeiners e Pasalic. 

Il commento di Gasperini

Queste le parole dell'allenatore dell'Atalanta ai nostri microfoni dopo lo 0-0 con la Lazio: "Non abbiamo mai pensato di non giocare questa partita . È chiaro che eravamo in grande emergenza e forse questo ha reso il risultato ancora più entusiasmante. Abbiamo fatto una partita difensiva e purtroppo anche l'infortunio di Miranchuk ci ha tolto tanto. 

Abbiamo avuto delle defezioni a centrocampo e quindi avevo bisogno di adattare un giocatore a centrocampo. Ho ritenuto giusto farlo con Scalvini per marcare Milinkovic Savic ma poi è un ragazzo che ha molta corsa, resistenza e qualità. Questo mi ha permesso di non modificare altri ruoli. Sono molto contento di come ha giocato Scalvini. Ha fatto tutto molto bene in fase difensiva e man mano che cresceva la partita ha trovato sempre più fiducia. 

A volte mi diverto anche nelle partitelle in allenamento a spostare un po' i giocatori in altri ruoli. In queste situazioni, così, mi trovo giocatori che riescono anche a giocare in altri ruoli se serve. 

Non mi fa piacere parlare di Ilicic però posso dirvi che lo stiamo aspettando. La sua situazione ha alti e bassi ma la cosa migliore è lasciarlo stare in questo momento e accoglierlo a braccia aperte quando tornerà", ha chiuso Gasperini. 

Ultime notizie