DAZN News

Milan, Pioli: "8 punti dal Napoli? Non ci piace questa classifica"

2 min. di lettura
Stefano Pioli allenatore Milan Serie A Getty

Stefano Pioli, a DAZN, commenta così il pari con la Cremonese. 

Cremonese-MIlan: Pioli a DAZN

Tante occasioni sprecate

"Sì, ma potevamo fare di più. Fatto un discreto primo tempo e una ripresa non all'altezza. Bisognava essere più precisi, non siamo riusciti a creare un volume di gioco per essere pericolosi. La Cremonese ha fatto una partita difensiva, avevamo pochi spazi, ma potevamo fare di più".

Chi è entrato

"Credo che nel secondo tempo abbiamo perso fluidità, velocità. Gli spazi erano quelli: abbiamo vinto pochi duelli offensivi. Stasera fatto fatica a saltare l'avversario, dopo diventa difficile creare situazioni da gol. Abbiamo lavorato bene nel recupero palla, ci è mancato il guizzo, il movimento. Gli avversari hanno marcato bene, dovevamo fare movimenti senza palla più netti, trovare più soluzioni, abbiamo fatto fatica a trovare spazio". 

Cercare di più da Leao

"E' sbagliato puntare su un singolo. Vinciamo se lavoriamo di squadra. I singoli hanno buone e cattive giornate, ma non possiamo puntare il dito su un singolo, la prestazione non è stata all'altezza"

Rafael Leao Champions League Milan DAZN

Come l'avevate preparata?

"Ci aspettavamo quest'atteggiamento, la Cremonese era più aggressiva e oggi è più attendista. Dovevamo muoverci con una coppia di giocatori, dare più soluzioni a chi aveva la palla. Non ci è riuscito sempre, abbiamo avuto difficoltà. Quando non riesci a sbloccare queste partite, poi si fanno più complicate. Abbiamo creato poco rispetto a quanto sappiamo fare. Non abbiamo trovato soluzioni vincenti". 

Il distacco dal Napoli

"Otto punti sono tanti, non ci deve piacere questa classifica, domenica possiamo tornare a vincere e poi mettere a posto la classifica. Non volevamo questo distacco, complimenti al Napoli ma possiamo fare qualcosa in più". 

De Ketelaere 

"Qualcosa in più? Da tutti, se vediamo oggi. Capisco l'effetto mediatico, ma dimentichiamoci quanto è stato pagato. Tutti potevamo fare di più, anche io, sarà motivazione per fare meglio. Possiamo giocare un calcio migliore, più veloce e più qualitativo"

Ultime notizie