DAZN News

Serie BKT: i risultati delle partite di oggi

5 min. di lettura
Brunori, Palermo Getty Images

Dopo l'anticipo Ternana-Cagliari che ha visto vincere i padroni di casa per 1-0 (primo successo per il nuovo tecnico Andreazzoli) prosegue la sedicesima giornata di Serie BKT. Tris di Frosinone e Bari ai danni di Reggina e Cittadella, buona la prima per Gilardino sulla panchina del Genoa (2-0 sul Sudtirol). Palermo-Como, posticipo delle 20:30, termina a reti bianche. Di seguito il resto delle partite.

 

 

Zona Serie B

Grazie a Zona Serie B non ti perdi nulla da tutti i campi di Serie BKT! Presentano Ilaria Alesso e Alessandro Iori. Clicca qui per la diretta.

Parma-Benevento  0-1

Di ritorno dalla trasferta di Cagliari, il Parma ospita al Tardini il Benevento. Nella stagione scorsa l'incontro terminò 1-0 in favore dei padroni di casa grazie alla rete di Dennis Man al minuto 96'. 

La gara si sblocca relativamente presto: Farias mette in mezzo al 20', Forte, in mezzo all'area, insacca il suo terzo gol in stagione (torna al gol dopo il 28 agosto) per il vantaggio Benevento. Al 32' calcio di rigore per il Parma per un tocco di mano in area ospite. Vazquez calcia il rigore, para Paleari, respinge anche la conclusione di Inglese (che sul terzo tentativo prende il palo).

Nella ripresa la partita si accende. Al minuto 80 El Kaouakibi per una bruttissima entrata (ma serve al direttore di gara il check al Var). Il Benevento alza il muro e regge l'urto dell'assalto finale dei padroni di casa. Finisce 0-1.

Cittadella-Bari  0-3

Al Tombolato il Bari esce vincitore dal remake della sfida valida per i quarti dei playoff quattro anni fa. Due scivoloni – nel vero senso del termine – condannano il Cittadella: al 13’ Del Fabro perde l’equilibrio e apre la strada a Scheidler, che dribbla l’uscita di Kastrati e insacca a porta vuota. Al 32’ stesso copione: questa volta è Mastrantonio a ingolfarsi ed apparecchiare per il 2-0 di Folorunsho. Un Bari famelico cala il tris al 69’ col coast-to-coast di Maita, che trafigge il portiere in ripartenza.

Genoa-Sudtirol  2-0

Alberto Gilardino esulta all’esordio sulla panchina del Grifone: a Marassi il Genoa archivia la pratica Sudtirol (sfida inedita tra questi due club) nella ripresa. Decisivo il tap-in a portiere battuto di Puscas al 66’: Poluzzi respinge la prima conclusione di Hefti, ma non può nulla sulla ribattuta dell’attaccante rumeno. La ciliegina sulla torta arriva nei minuti di recupero, con l’aggancio al volo di Aramu sul secondo palo.

Reggina-Frosinone  0-3

Nel big match di giornata, il Frosinone si proietta in fuga solitaria raccogliendo tre punti pesantissimi a Reggio Calabria. I gialloblù soffrono in avvio, ma riescono a svoltare la gara grazie alla giocata del singolo: al 34’ Mulattieri approfitta dell’errore di Camporese per battere Turati. Il raddoppio del Frosinone si palesa al 50’, col sinistro al balzo di Roberto Insigne che si insacca sotto l’incrocio. Al 68’ c’è spazio anche per il primo gol di Szyminski, che vola più in alto di tutti su calcio piazzato e insacca il 3-0. Gli ospiti volano così a +6 sui padroni di casa.

Cosenza-Brescia  1-1

Il nuovo Cosenza di Viali si inceppa sul più bello: contro il Brescia arriva solo un pareggio in zona Cesarini. I padroni di casa si attivano nel secondo tempo; al 51’ annullato un gol a Brignola per netto fuorigioco, ma 20’ dopo i calabresi possono esultare veramente: Larrivey trova il terzo gol stagionale in agguato sul primo palo. A rovinare la festa ci pensa Bianchi, che al 92’ rimette in carreggiata le Rondinelle su una seconda palla. Il Cosenza non vince in casa contro le Rondinelle dal 1995.

Modena-Venezia  2-2

Il Venezia riacciuffa il Modena al 90’ e può respirare: il pomeriggio contro gli emiliani parte nel peggiore dei modi possibili, col rigore concretizzato da Tremolada al 37’ e il gol del raddoppio firmato da Bonfanti al 53’. Gli arancioneroverdi però non perdono mai il cuore, e sfruttano al meglio le proprie chance sull’assalto finale. Al 60’ Crnigoj accorcia insaccando a rimorchio, poi al 90’ Johnsen sigilla il pareggio su mischia in area di rigore.

Perugia-Spal  0-0

De Rossi interrompe l'emorragia di sconfitte per la SPAL racimolando un punto in casa del Perugia. I padroni di casa si disperano per un rigore sbagliato nel secondo tempo: Melchiorri spacca la traversa dal dischetto dopo un contatto irregolare tra il portiere Alfonso e Santoro in area.

Pisa-Ascoli  2-0

Nel match delle 18 il Pisa sbaraglia l'Ascoli all'Arena Garibaldi: i tre punti permettono ai nerazzurri di scavalcare proprio i bianconeri e agganciare per la prima volta in stagione la zona playoff. Torregrossa converte con un cucchiaio il calcio di rigore nei minuti di recupero della prima frazione. Sul finale il subentrato Canestrelli mette in ghiaccio la partita su corner. Undicesimo risultato utile consecutivo per il Pisa.

Palermo-Como 0-0

Il Como di Longo si consola col quarto pareggio consecutivo: al Barbera, contro il Palermo, il match termina a reti bianche. Il primo tempo è fitto di botta e risposta, col Palermo che va più vicino al vantaggio: al 10' Vido stampa un colpo di testa sul palo. Il Como però reagisce e crea numerose chance con Cutrone e Cerri. Nella ripresa ritmi blandi, con le due formazioni che alla fine si accontentano di spartirsi la posta in palio.

Ultime notizie