DAZN News

Belgio-Marocco, guerriglia a Bruxelles dopo la vittoria marocchina

1 min. di lettura
Bruxelles

Belgio-Marocco anche fuori dal campo, ma stavolta non c'è un vincitore. Al fischio finale del match del Mondiale in Qatar, infatti, alcune decine di giovani tifosi marocchini hanno assaltato le strade del centro di Bruxelles per "celebrare" la vittoria della nazionale, una delle sorprese di questa prima parte del torneo.

L'arrivo dei tifosi marocchini, però, ha dato vita a minuti di vera e propria guerriglia urbana, visto anche l’intervento di un centinaio di agenti della polizia in tenuta anti-sommossa con camionette e idranti da cui è scaturito anche lancio di pietre e petardi contro le forze dell'ordine.

Belgio-Marocco

Scontri con la polizia

Secondo la polizia belga, i disordini sono iniziati ancor prima del termine del match, quando dozzine di persone, alcune delle quali erano incappucciate, hanno cercato di confrontarsi con la polizia, compromettendo la sicurezza pubblica e per questi motivi hanno deciso di procedere con un intervento. Anche il sindaco di Bruxelles è prontamente sceso in campo: "Condanno con la massima fermezza gli incidenti, la polizia è già intervenuta con fermezza. Consiglio ai tifosi di non venire in centro città. La polizia sta usando tutti i suoi mezzi per mantenere l’ordine pubblico. Ho dato loro ordine di procedere con gli arresti amministrativi nei confronti dei responsabili degli scontri" le parole di Philippe Close.

Ultime notizie