DAZN News

Messico, il Tata Martino si dimette: "Contratto scaduto al triplice fischio"

1 min. di lettura
Gerardo Martino ct del Messico ai Mondiali 2022 Getty

Un'eliminazione che brucia, e brucerà ancora per molti giorni. Il Messico del Tata Martino ha chiuso il girone C in terza posizione a quota 4 punti. Gli stessi della Polonia, che tuttavia batte il Messico alla voce della differenza reti. El Tri eliminato dunque, Polonia avanti. Un'uscita di scena crudele, basti pensare che il gol di Al-Dawsari per l'Arabia Saudita, che ha spostato l'ago della differenza reti in favore della Polonia, è arrivato al 95'.

Le parole di Martino

Per Gerardo Martino e per tutto lo staff tecnico si tratta di un boccone difficile da digerire. Servirà tempo, ma intanto il ct del Messico dichiara le dimissioni in conferenza stampa: “Sono responsabile di questa delusione che abbiamo vissuto oggi. Il nostro Mondiale è un fallimento. Con la Polonia non siamo riusciti a dimostrare la nostra superiorità, mentre con l’Argentina avremmo potuto affrontare la ripresa con il nostro solito modo di approcciare la gara. Stasera la nostra superiorità è invece stata netta per tutta la gara, siamo andati alla ricerca del terzo gol che era necessario visto il risultato della Polonia, sapevamo che i cartellini gialli ci avrebbero penalizzato e che potevamo finire fuori per quelli. Da quando sono arrivato lavoro in piena libertà, senza interferenze da parte di nessuno e per questo ringrazio il presidente e i dirigenti della Federcalcio. - conclude Martino - Oggi dopo Chavez il miglior giocatore della gara è stato Edson Alvarez". E infine: “Sono il primo responsabile di questa delusione. E mi assumo la responsabilità del fallimento. Il contratto è scaduto al triplice fischio dell’arbitro”.

Ultime notizie