Error code: %{errorCode}

Serie A TIM

Juventus, almeno c'è Vlahovic: 15 gol in questa stagione. Sono 10 nelle ultime 9 partite

Giulio Martina
Juventus, almeno c'è Vlahovic: 15 gol in questa stagione. Sono 10 nelle ultime 9 partiteGetty Images
Tutte le tappe della carriera di Dusan Vlahovic. In quali squadre ha giocato prima di approdare alla Juventus?

Almeno c'è Dusan Vlahovic. Nel periodo negativo della Juventus - da 4 partite senza vittorie sin dal pareggio con l'Empoli -, DV9 ha ritrovato comunque la via maestra. In rete nei due pareggi con i toscani e con il Verona, out con l'Udinese, tra i responsabili del crollo bianconero no, Dusan non può esserci. Nelle ultime 8 partite ha totalizzato infatti 8 reti. E sono 13 in questa stagione, finora.

Dopo essere cresciuto in Serbia, suo paese natale, Dusan Vlahovic a soli 20 anni si era già imposto nel campionato italiano bruciando le tappe della sua esperienza alla Fiorentina. La sua fisicità abbinata alle doti tecniche gli ha permesso di emergere immediatamente come uno dei giocatori da tenere d'occhio nel campionato Primavera, venendo presto promosso in prima squadra con i toscani. Riavvolgiamo il nastro e ripercorriamo i primi passi della sua carriera.

Dusan Vlahovic, la carriera

Nato a Belgrado il 28 gennaio 2000, Vlahovic entra nel settore giovanile del Partizan, una delle principali squadre serbe, nel 2014. Nel febbraio 2016 diventa il più giovane esordiente nella storia del campionato serbo, scendendo in campo all'età di 16 anni. Nell'estate successiva farà anche il suo debutto in Europa League. Con la squadra di Belgrado ha segnato in totale 3 reti in 27 presenze.

Vlahovic_Fiorentina

Dove ha giocato prima di arrivare alla Juventus?

Nel 2017 entra nel mirino della Fiorentina e al compimento dei 18 anni viene acquistato dal club viola per una cifra intorno ai 3 milioni di euro. Nella stagione 2018/2019 viene inserito nella formazione Primavera con cui vincerà una Coppa Italia e dove andrà a segno 20 volte in 22 presenze. 

Il 25 settembre 2018 fa il suo debutto in Serie A TIM a San Siro contro l'Inter, venendo promosso definitivamente in prima squadra nella stagione 2019/2020. Il 10 novembre 2019 si sblocca in campionato con una doppietta in casa del Cagliari. Si impone come attaccante titolare nell'annata seguente, trascinando la squadra alla salvezza grazie a 21 gol realizzati.

Straordinaria la prima parte di stagione 2021/2022. Sotto la guida di Vincenzo Italiano segna 20 gol in 24 presenze tra campionato e Coppa Italia, spingendo la Juventus a investire circa 80 milioni di euro per anticipare il suo arrivo a Torino nel gennaio 2022.